In questa sezione esamineremo i modi in cui i rifiuti vengono raccolti e lavorati prima di qualsiasi operazione di riciclaggio o recupero energetico.
 

Raccolta dei rifiuti
 

2.1.3.1. something.pngI piani di raccolta dei rifiuti sono il primo passo essenziale in qualsiasi processo di gestione dei rifiuti e rivestono un ruolo fondamentale nelle sue prestazioni complessive, poiché determinano la composizione dei flussi di rifiuti e, pertanto, la loro idoneità alle operazioni di pre-trattamento a valle, differenziazione e recupero. Inoltre, piani efficienti, approvati e supportati dai proprietari dei rifiuti, aiutano a risolvere le problematiche relative agli scarti.

In Europa sono attivi vari piani di raccolta dei rifiuti domestici, alcuni prevedono la sola raccolta degli imballaggi in plastica, altri quella degli imballaggi in plastica insieme ad altri materiali. Idealmente, questi piani dovrebbero avere in comune l'obiettivo di massimizzare il recupero dei materiali riciclabili e del valore dei rifiuti impedendo che queste risorse preziose finiscano in discarica. Inoltre, dovrebbero essere allineati con l'infrastruttura a valle per il pre-trattamento, la differenziazione e il recupero al fine di massimizzare il recupero, migliorare le prestazioni ambientali e gestire i costi. Oggi, la raccolta dedicata di materiali riciclabili secchi misti (imballaggi e altri prodotti domestici principalmente composti da plastica, metalli, carta, cartone e talvolta vetro) offre una soluzione interessante per massimizzare la quantità di rifiuti recuperati.

Oltre ai piani di raccolta dei rifiuti municipali, altri sistemi legati ai prodotti, ad esempio per veicoli, apparecchiature elettriche ed elettroniche e pellicole per l'agricoltura in plastica a fine vita, forniscono un flusso prezioso di risorse per il riciclaggio e il recupero.

Infine, la raccolta appropriata di rifiuti industriali e commerciali, organizzata del proprietario dei rifiuti, aiuta a garantire il massimo recupero di questo enorme flusso di rifiuti affinché non finiscano in discarica.

PlasticsEurope si impegna a contribuire allo sviluppo di piani di raccolta nei paesi europei affinché tutti i rifiuti in plastica siano destinati al riciclaggio e al recupero.

Pretrattamento e differenziazione
 

2.1.3.1 sorting shutterstock_738697936.pngOperazioni di pretrattamento e differenziazione efficaci per i rifiuti in plastica impediscono che queste risorse preziose vengano messe in discarica facendo in modo che il materiale dotato delle qualità orientate al mercato richieste sia destinato al riciclaggio e al recupero energetico. Attualmente per il pre-trattamento e la differenziazione viene usata un'ampia gamma di tecnologie, che spaziano dallo smontaggio e dalla raccolta manuali ai processi automatizzati come triturazione, setacciatura, separazione gravimetrica ad aria o ad umido, e a tecnologie di differenziazione spettrofotometriche altamente sofisticate come UV/VIS, NIR, Laser ecc.

Gli impianti di differenziazione moderni sono spesso strutture complesse che adottano un gran numero di queste tecnologie adattate ai flussi di rifiuti specifici per ottenere il risultato ottimale ed economicamente vantaggioso. Le operazioni di pre-trattamento e differenziazione moderne per gli imballaggi misti e gli altri materiali riciclabili secchi sono in grado di processare più di 100.000 tonnellate all'anno di rifiuti in plastica, producendo rifiuti differenziati con un grado di purezza superiore al 95% per alcuni tipi di plastiche.

Tipologie diverse di rifiuti, ad esempio veicoli e prodotti elettronici a fine vita, possono richiedere operazioni di trattamento/disinquinamento imposte dalla legge per la gestione dei rifiuti in condizioni di sicurezza e l'allontanamento dalle discariche. Tali rifiuti sono, in genere, processati in modo tale da recuperare principalmente metalli, ma da questi flussi di rifiuti possono essere riciclati anche alcuni grandi componenti in plastica. Grazie a tecnologie di differenziazione avanzate, è possibile anche recuperare gli imballaggi in plastica dai residui della triturazione.

Le parti in plastica contenute nei flussi di rifiuti complessi possono non essere sufficientemente facili da differenziare o disponibili in quantità sufficienti da rendere il riciclaggio meccanico una soluzione praticabile da un punto di vista economico ed ambientale. In questi casi, esistono delle soluzioni di recupero alternative, come il riciclo a materia prima/chimico o il recupero del valore calorifico degli imballaggi in plastica in sostituzione dei combustibili convenzionali.

PlasticsEurope si impegna a condividere il suo know-how sul pretrattamento e la differenziazione dei rifiuti e, in particolare, a offrire tali informazioni ai Paesi europei in fase di sviluppo.

Maggiori informazioni sulla fase successiva del processo, Riciclaggio e recupero energetico. [Aggiungere collegamento a 2.1.3.2 Riciclaggio e recupero energetico]

Contattaci per maggiori informazioni

Contattaci per maggiori informazioni sulle materie plastiche e sulle attività di PlasticsEurope.